Con le lampade sospese il design si osserva verso l'alto

Con le lampade sospese il design si osserva verso l’alto

“Quando viaggio in treno, osservo sempre quei vecchi cavi elettrici fuori dal finestrino. E’ così bello e poetico il modo in cui collegano i tralicci gli uni agli altri e, al contempo, spezzano il paesaggio. Volevo tradurre tutto ciò in architettura d’interni.”

A dichiararlo è Michael Anastassiades, londinese e talentuoso designer di Flos, azienda italiana che da oltre cinquant’anni crea oggetti di luce, più che banalmente illuminazione.

Cresciuto a Cipro, Anastassiades, è la firma delle String Light dell’azienda, conosciute anche come lampade sospese e concepite, dallo stesso designer, come oggetti che interagiscono con l’ambiente circostante e non si limitano semplicemente ad illuminarlo.

Le lampade a sospensione non sono una nuova ispirazione ma negli ultimi anni sono tornate alla ribalta per ridare vita a contesti chic e ricercati.

Il loro design è spunto per nuove immaginazioni che le vedono perfette per illuminare nicchie particolari di casa come il lavandino o spazi più aperti come il tavolo della cucina.

Al contempo però, le lampade a sospensione di Flos sono perfette per disegnare nel concetto più pratico del termine il soffitto e i muri che conducono alla luce grazie ai cavi, o semplicemente ai fili, lunghi e particolari.

Per questo motivo sono perfette anche per ambienti lavorativi come uffici e sale riunioni.

Il team di architetti di ACHEO Design sta lavorando ad un progetto di ristrutturazione di un salone di bellezza a Torino che vede l’utilizzo del lampade a sospensione Flos come elemento elegante che doni un’aurea maggiormente sofisticata all’ambiente intero.

Ci sono infatti molti modi per interpretare queste lampade a seconda dell’atmosfera che si vuole ricreare negli ambienti che richiedono un’illuminazione dall’alto: dalla suggestione di un’unica lampadina che cade sul comodino alle campane che danno luce ad un più grande tavolo di lavoro o uno specchio.

Solitamente le lampade a sospensione vengono consigliate per soffitti alti (3-4,5 m) ma quelle firmate Flos hanno una praticità eun design che meritano di essere esposti in qualsiasi spazio raffinato.

Del resto Flos è un brand che con il suo design  marca un’impronta specifica nella storia dell’illuminazione da anni.  Nel 1962 Achille & Pier Giacomo Castiglioni disegnarono per Flos “Arco”, una lampada da terra a luce diretta con base di marmo bianco di Carrara.

Si tratta di una lampada da terra a luce diretta con base di marmo bianco di Carrara, stelo telescopico in acciaio inossidabile satinato e riflettore orientabile e regolabile in altezza in alluminio stampato, lucidato e zapponato. La base in marmo fu scelta perché, oltre ad essere esteticamente gradevole, permetteva un minore ingombro ed un peso maggiore rispetto ad altri materiali.

 

Foto tratte dal sito ufficiale https://flos.com/it/